,

Come comportarsi quando si ha un pene piccolo?

Pene piccolo: ecco cosa dovete fare!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Ai giorni nostri la tematica delle dimensioni di un pene non è ancora presa in considerazione come si deve ed anzi, il più delle volte si è portati a credere che non vi sia alcun modo per far allungare il membro maschile e, quindi, fallo apparire ancor di più virile. Naturalmente, solo nel caso in cui si ha a che fare con un pene affetto dalla patologia del micropene o micropenia è possibile intervenire: i medici, in tal caso, suggeriscono al paziente un intervento chirurgico. In tutti gli altri casi, dunque, non dovrebbero assolutamente esserci soluzioni secondo loro, ma in realtà esistono dei modi efficaci che portano alla crescita o più precisamente all’allungamento del pene.

Come si riconosce un pene dalle dimensioni medie?

In passato sono stati condotti diversi studi che hanno portato a capire quali potessero essere le dimensioni più adatte per un pene nella norma. Grazie al dottor Alfred Kinsley nel 1948 e successivamente allo studio fatto dalla Lifestyles Condom Company si è giunti a capire che l’uomo ha un pene in erezione di 15 cm di lunghezza e 12 cm di circonferenza.

 

Oggigiorno, quindi, è possibile affermare con certezza che la media di un pene è di 15-16 cm, giacché vi il range da prendere in considerazione che va dagli 8 ai 22 centimetri. Nel caso in cui il pene dovesse misurare sotto i 7 cm, si ha a che fare con un problema vero e proprio – come abbiamo già accennato prima – e in questa situazione sarà assolutamente necessario richiedere il parere di un professionista per un intervento chirurgico.

 

Ad ogni modo molti uomini non si accontentano di essere nella media e, di conseguenza, preferirebbero essere dotati di un pene maggiormente lungo, che possa anche incrementare il piacere del proprio partner. Nel complesso, però, possiamo comunque dire che non vi è una misura standard e che tutti possono essere felici del proprio pene!

 

Come si fa a capire se si è dotati di un pene piccolo?

La risposta è assai semplice: difatti, sarà necessario effettuare delle dimensioni munendosi di un righello rigido, che serve proprio per misurare la lunghezza, e di un metro da sarta morbido che servirà per capire quant’è la circonferenza dell’organo maschile. Con queste due misure potrete capire se siete dotati o meno di un pene piccolo.

 

Come porre rimedio ad un pene piccolo?

Sicuramente avrete già sentito parlare diverse volte di alcuni rimedi presi in considerazione quando si parla di pene corto: stiamo parlando dell’operazione chirurgica, degli sviluppatori di pene e delle pillole per allungarlo. In realtà, si tratta di soluzioni che sono da prendersi con le pinze, poiché non portano ai frutti che si desidera raccogliere. Più precisamente, possiamo affermare che l’operazione chirurgica è sconsigliata dai medici ad eccezione dei casi in cui non è presente una patologia, mentre che le pillole troppo spesso illudono gli uomini con promesse di un pene più grande in men che non si dica. Per quanto riguarda gli sviluppatori, invece, si tratta di strumenti che sono costosi e, peraltro, non permettono di mantenere un risultato duraturo.

 

Come allungare il pene piccolo?

Se siete in possesso di un pene piccolo e desiderate aumentare le dimensioni di quest’ultimo, allora è arrivato il momento giusto per prendere seriamente in considerazione degli esercizi specifici per l’allungamento del pene. Questi permettono proprio la crescita del membro maschile e si possono effettuare tranquillamente da casa propria, senza acquistare alcunché. Se eseguirete correttamente gli esercizi potrete anche correggere degli inestetismi come il pene curvo, problematica di cui sono affetti 1 uomo su 3. Per prendere visione di tutti gli esercizi determinanti per il raggiungimento del vostro scopo, leggete la nostra guida!

Commenti

commenti