,

Come eliminare il problema del pene curvo

Pene curvo: esiste un modo per eliminare il problema

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Quando si parla di allungamento del pene, inevitabilmente, si vanno a prendere in considerazione diverse tematiche affini, tra cui anche quella del pene curvo, problema che accumuna il membro maschile di diversi uomini nel mondo. In tal caso, durante l’erezione, il pene si presenta curvo da un lato e, alcune persone, non riescono ad accettare il fatto che il proprio fallo sia “difettato”.

Modificare il pene curvo?

Nel complesso, si può affermare con certezza che si tratta nella maggior parte dei casi di un problema di natura estetica che, però, a lungo andare potrebbe portare a preoccupazioni nell’uomo, specie per quanto concerne i rapporti sessuali. Fortunatamente, vi sono delle soluzioni che consentono di intervenire anche in questa circostanza, ma è comunque importante sapere che il trattamento di un pene curvo può cambiare in base a diversi fattori. Analizziamo nel dettaglio questa problematica maschile!

 

Perché il pene può essere curvo?

Il pene curvo si configura come una problematica dovuta principalmente ad una formazione avvenuta male: difatti, in tal caso, le tre camere circolari che formano l’organo maschile non si sono sviluppate correttamente e, anzi, una di queste è più o meno corta.

 

Altre volte, però, questa malformazione è dovuta per colpa nostra: difatti, questa mal formazione – se così la possiamo definire – non è da inputarsi solo ad una causa genetica, bensì anche per una masturbazione effettuata in malo modo. Un’eccessiva pressione effettuata in un’area del pene, a lungo andare, può portare alla comparsa di un pene curvo.

 

Ad ogni modo, ricordatevi pure che un pene curvo non è del tutto negativo: circa il 30% degli uomini nel mondo ne soffrono, ma ciò non gli impedisce di avere una normale vita sessuale. Anzi, pensate addirittura che questa forma del fallo può andare a solleticare diverse aree erogene della donna che, solitamente, sono difficili da individuare. Ad esempio, con un pene curvo verso l’alto potrete raggiungere il cosiddetto punto G, che generalmente non è così facile da individuare, neppure con le posizioni che dovrebbero aiutarvi.

 

Il pene curvo sintomo di una malattia

Quando ci troviamo dinnanzi ad una malattia non possiamo far finta di nulla: il pene con una curvatura più accentuata del dovuto, difatti, è sintomo della malattia di La Peyronie. In tal caso, si potrà avvertire del dolore durante l’erezione del membro maschile oppure durante la penetrazione.

 

Ricordatevi, però, che questi due sintomi potrebbero pure essere un vero e proprio segnale per un altro problema di salute: parliamo di noduli che si possono concentrare proprio nell’area della curva.

 

Ad ogni modo, non preoccupatevi, perché nel caso di pene curvo dovuto a questi problemi si può porre rimedio: la malattia di Peyronie – che compare in età adulta, tra i 45 ed i 65 anni – guarisce in 12-18 mesi. Naturalmente, in questa circostanza, dovrai prestare molta attenzione e consultare un medico che saprà certamente darmi migliori suggerimenti.

 

I migliori esercizi per il pene curvo

Anche gli esercizi possono aiutarvi a risolvere il vostro problema di pene curvo. Qui di seguito vi indichiamo quali seguire:

  • Straight Stretch: da eseguire dal lato opposto rispetto la curvatura, per migliorare la circolazione;
  • Side Jelq: da eseguire durante l’erezione, solo per curvatura verso l’alto e basso e per ottimizzare la circolazione del sangue;
  • Mini Jelq: ottimizza la circolazione durante l’erezione e si può usare in caso di curvature differenti dall’alto e basso;
  • Straight Bends: si svolge con il pene non in erezione e consiste nel creare una curva a 180°.

Commenti

commenti